Sabato Tanghèro

***Oggi doppia dose di post… le cose son due… o non ho un cavolo da fare o non ho VOGLIA di fare un cavolo… ai "poster" l’ardua sentenza !hihihi  Linguaccia***

Dopo BEN due anni (o quasi) di "lezioni di tango" Linguaccia sabato scorso abbiamo (io e il mio gruppo) avuto una sorta di "battesimo del fuoco".

Complice la ns. scuola e i ns. insegnanti abbiamo finalmente preso parte ad una vera e propria serata tanghèra.

Qui da noi non c’è molta sensibilità verso questo splendido ballo e di conseguenza non ci sono milonghe da frequentare per "scaldare i piedi", così la direttrice della ns. scuola si è presa la briga di organizzare una serata comprendente, stage, rinfresco, spettacolo dei maestri e serata danzante.

Ovviamente il tutto organizzato un po’ "alla buona"… forse un po’ troppo alla buona 😉 ma cmq… andiamo a raccontare.

Sabato ore 21.00 in punto io e la mia cricca arriviamo al locale, scendiamo di macchina, arriviamo davanti all’entrata… e già volevo tornare a casa Linguaccia

Mi si presenta davanti l’interno di un magazzino ristrutturato, pavimento in lastroni, un angolino bar e un paio di poltrone… Non male per essere un posto dove uno di solito scarica i bancali ma MOLTO male per essere un locale. Entriamo comunque. Mi guardo intorno e, oltre ai nostri maestri e alla direttrice, c’era solo una coppia… ancora una volta, il desiderio di saltare in macchina e ripartire sgommando si faceva sentire sempre più pressante.

Ormai comuque eravamo li, dovevamo rimanere.

Fortunatamente con il passare dei minuti l’amosfera è diventata un po’ più "piacevole". Sono arrivati i ns. compagni di corso, è entrata altra gente, è partita la musica e finalmente abbiamo iniziato lo stage.

Lo stage ovviamente era una lezione sulle basi: camminata, posizioni, portamento… tutto bello… tutto utile… ma tutto terribilmente… noioso!!! Tanto noioso che io e la mia ballerina abbiamo passato il tempo a commentare i nuovi arrivati.. un lavoro di taglia e cuici da professionisti (come è lecito aspettarsi da me, ovviamente! Linguaccia)

Finito lo stage è partito il rinfresco… imbarazzate è dir poco. Un paio di vassoi di crostini neri, uno di rossi, una pentola di pasta, acqua, una scatola di Ronco e un po’ di quello che aveva tutta l’idea di essere una colomba pasquale avanzata come dolce.

Io l’ho detto, facevano miglior figura se ognuno di noi portava qualcosa… come alle feste in casa!! Animoticon

Dopo tutto questo criticare sarebbe lecito pensare che non mi son divertito in questa mia prima milonga ma devo essere sincero… non è così.

Finito il "banchetto" è stato il turno dello spettacolo dei nostri maestri… e come ogni volta, sono rimasto rapito. Movimenti perfetti, eleganti, intesa completa, sensualità, forza… bravissimi! E’ grazie a loro che mi sono appassionato al tango e come ogni volta… sono rimasto incantato.

Poi, finalmente è iniziata la musica… quella per noi… quella "da ballare". Così preso il "coraggio" a 4, 8 o forse 16 mani ho acchiappato la mia ballerina e mi son buttato.

Assieme a noi del corso c’era gente che frequenta davvero le milonghe, che sa ballare… noi sappiamo mettere in fila un pò di figure ma da questo a saper le "regole" della pista ce ne corre parecchio… nonostante tutto ci siamo buttati (certo scegliendo un angolo un po’ più "nascosto" per iniziare eh! Animoticon) e abbiamo iniziato a ballare.

I nostri compagni di corso (quei cuor di leone) dopo un giro di pista son tornati a sedere, mentre io e la mia ballerina noncuranti di tutto, abbiamo continuato.

Non tutto è stato perfetto… Non tutte le figure son venute bene alla prima, abbiamo tentato di dare una sorta di continuità al ballo, abbiamo tentato di interpretare la musica… Sicuramente non tutto è andato alla perfezione ma ad essere sinceri ne siamo usciti discretamente soddisfatti dalla nostra performance.

Il punto più alto della serata è stato quando, presi dalla musica e dai passi che (per un attimo) riuscivamo ad inanellare senza tregua alcuna, mi sono accorto che tutta la nostra "compagnia" del corso era seduta e stava guardando proprio noi. Mentre la musica e i passi ci stavano portando a passare esattamente davanti ai nostri amici che ci seguivano sempre più appassionati, io mi accorgevo che i nostri piedi andavano perfettamente a tempo e in sintonia, così tra una "parada" e un "ocho" sussurro alla mia ballerina "facciamo tutta la sequenza, facciamola completa!!!" e… Detto fatto, con un tempismo perfetto, con una completa padronanza abbiamo realizzato una splendida coreografia terminando esattamente davanti ai nostri amici… tanto da strappar loro un applauso e un "bravi!" rivolto esattamente a NOI!!!! A bocca aperta

Un soddisfazione immensa… incredibile!

La musica cmq non era finita, così riprendiamo a muoverci… ma, storditi e inebriati dall’applauso ricevuto, muovendoci ognuno in modo assolutamente indipendente dall’altro, riusciamo solo ad incespicare uno nei piedi dell’altra e a malapena evitiamo una dentata in terra… strappando anche stà volta qualcosa… peccato che erano solo risate A bocca aperta

La serata poi è proseguita. Ci siamo cimentati anche in un paio di "milonghe" (delle quali avevamo imparato solo il passo base e il giro) e abbiamo continuato con un po’ di tango… Peccato che i nostri amici non si sono uniti a noi in pista e ci hanno lasciati in mezzo a tutti quegli sconosciuti. L’importante comunque è stato che ci siamo divertiti, abbiamo ballato e nonostante la nostra assoluta "non padronanza" della pista… ce la siamo cavata decentemente.

… di sicuro l’applauso e il successivo incespicamento rimarranno nella mia memoria come uno dei ricordi più divertenti di sempre. Cuore rosso

Advertisements

4 Risposte

  1.  
    ho immaginato tutta la serata ..dai crostini rossi e neri..ai vostri piedi che si lasciavano portare dal tango ..e devo dirti con sincerità caro yuza..
    che invidia (quella buona però;))
    ciaociao
     

  2. bravissimo!!!Io non avrei il tuo coraggio!complimenti e…insisti!!!!maria

  3. Quando ci vediamo ricordamelo… un par d’oci non te li cava nessuno!!!!
    (se tu fossi di qui apprezzeresti il "fine" gioco di parole tra ocho e ocio che altro non sono le "nane" di qui ;)))))

  4. Ciao,passa dal nostro fashion blog!!ALI ANTO CARLI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: