Si rimane delusi

Si rimane delusi quando non capisci i comportamenti delle persone che ti stanno accanto… o meglio, quando capisci benissimo il comportamento delle persone che ti stanno accanto ma ti sembra davvero troppo infantile e meschino che le cose stiano veramente così.

Si rimane delusi quando ti accorgi che forse il sentimento più alto è solo una sorta di rivalità.

Si rimane delusi quando le persone fanno del loro meglio per tirar fuori e dimostrare sempre e solo il peggio di se.

… eppure io dovrei averci fatto il callo alle delusioni, ma è più forte di me… ogni volta ne esco stupefatto.

… che altro fare se non prenderne atto?… forse alla fine imparerò…

… che rimarrò deluso quando le persone che ti stanno accanto continueranno imperterrite a far finta di non rendersi conto…

Annunci

19 Risposte

  1. Avrei voluto scriverlo io.
    Purtroppo.
    Non credo si possa fare il callo alle delusioni.
    Vorrebbe dire inaridirsi, rendersi impermeabili all’illusione, all’incanto, alla speranza; chiudere le porte del cuore.
    Preferisco rischiare, piuttosto!
    Anch’io sto vivendo un periodo simile, per cui ti sono molto vicina.
    bacio
    Maria
     

  2. Sono d’accordo, Maria, però ogni tanto un po’ più di culo non guasterebbe no? :)Baci ad entrambi!

  3. Certo che no, mia cara ;o)Io credo, però di avercelo solo fisicamente (e anche troppo!) ;o)Vabbè, la fortuna è una ruota che gira: prima o poi, passerà anche da noi!Ma…tu hai postato alle 5.30?

  4. Siccara, ero pallata e mi era passato il sonno, sai avevo la cena sullo stomaco ;)E allora mi sono fata un giretto sui vostri spaces :))))Baci!

  5. Ma se fossimo noi, a deludere, profondamente? E se magari manco ce ne accorgessimo?Se ribaltassimo le parti e ci trovassimo noi dalla parte dei "cattivi"?Basterebbe la parola "scusa"?E a te, che sei rimasto deluso, ti basterebbe?

  6. Forse mi è capitato di deludere qualcuno senza accorgermene, invece non mi è mai capitto di essere delusa dalle persone che mi aspettavo non mi deludessero. Si, come dice Giada c’ho culo, me ne rendo conto, ma è anche vero che non mi aspetto mai troppo dagli altri. E non per cinismo o altri motivi negativi, solo che sono consapevole di essere potenzialmente una delusione anche io, e che mi piacerebbe che gli amici da me non si aspettassero la perfezione, e mi perdonassero quando li deludo, ma soprattutto me lo dicessero. E IMO se ce lo dicono o no è la vera cartina al tornasole di un apporto, cioè se qualcuno mi delude e io non glielo dico significa (per me) che non tenevo troppo a quella persona, e  che non mi costa granché tagliarla fuori dalla mia vita. Forse è per questo che non ricordo di essere stata delusa…Cmq a livello proprio ipotetico, se chi mi ha deluso, anche se non se ne fosse accorto, mi chiede scusa per me non c’è problema. Il problema invece è che a volte si resta delusi dalle persone per comportamenti non contro di noi, ma contro l’idea che ci eravamo fatti di loro, e qui non si possono pretendere delle scuse…

  7. Io sono la regina dlle delusioni in amicizia 😛
    Ma non credo che sia perchè pretendo troppo ma proprio perchè la gente è stronxa
    Io detesto una sola cosa: non essere ritenuta degna di un confronto perchè, sinceramente, credo di essere il tipo che se le si fa notare che ha sbagliato chiede anche scusa senza problemi.
    Invece mi capita spessissimo di essere tagliata fuori senza una parola…ed è la cosa che più mi fa male.
     
    Detto questo Ale non ti crucciare, ci siamo noi che ti vogliamo bene 🙂
     
     

  8. Povera Giadina, è vero che ti bistrattano in molti, però è anche vero che quegli altrettanti molti che non ti bistrattano ti adorano 🙂 quindi prendila con filosofia, chi non ti vuole non ti merita, che in buona sostanza è sempre vero, per chiunque, per le persone come te che è un piacere frequentare, ma anche per quelle personacce bifide e trifide e anche urfide, che chi non le vuole è perché merita di meglio :)Oggi filosofeggio :)Baci

  9. onestamente credo sia più corretto porsi criticamente anche verso se stessi, come diceva maria.
     
    mi pare un po’ facile o comodo dire, ma come "tutti mi deludono e io sono tanto buona". A volte possiamo essere noi ad aver deluso, a non esserci interessati, a non aver capito, a non essere andati incontro.
    Anche imparare dai proprio errori significa crescita.
     
     
     
    PS: chiunque passi dal mio blog per cortesia eviti di usare il mio nome di battesimo, grazie, sennò mi vedo costretta a cancellare!

  10. i miei erano commenti ai commenti. non al post originario.
     
     
     
    PS: non riesco a usare sto ca**o di spacelive per mettere l’indirizzo del mio blog. scusate se non appare

  11. Beh Ash, non ho detto nè che TUTTI mi deludono (ci mancherebbe) e neanche che sono tanto buona.
    Ma ormai ho imparato a riconoscere sia i miei pregi che i miei difetti. E tra i miei pregi credo davvero che ci sia quello di essere sempre disponibile con le persone, di esserci. E questo credo che mi renda quantomeno degna di un confronto

  12. Ma WOW quanti messaggi!!!!!
    Vi lascio un secondo senza controllo e guarda quà che caos!!! (BRAVEEEE! Smack!!!)
    Rispondo a blocchi.

  13. Maria: Mi spiace per il tuo "periodo no". Mi raccomando, stringi i denti (come faccio io… prima o poi girerà stà stracazzo di iella). Per le tue domande direi che è facile che sia capitato che mi sia trovato dall’altra parte della barricata… ma le cose sono due: o l’ho fatto per noncuranza (nel senso che magari questa persona si aspettava qualcosa da me che io non mi sentivo di "concedere") oppure per errore. In questo ultimo caso mi farebbe piacere che la persona in questione mi facesse notare lo sbaglio. A quel punto potremmo chiarire. Tutto questo cmq è solo x amor di discussione, relativamente al topic posso confermare che la persona ha letto, evidentemente, ha capito e la sera stessa abbiamo avuto modo di "confrontarci". Adoro essere smentito (nell’ultima frase del post) in questo modo!!! 😀

  14. Giada: come dice Cix, se dietro ad un tuo comportamento c’è stata una reazione di chiusura, evidentmente l’altra parte non aveva poi così questo grande interesse a "tenerti con se"… Se il desiderio di rimanere in buoni rapporti xò nasce da te… non vedrei nulla di sbagliato in una telefonata tua senza tanti giri di parole: "Oh che ca##o fai? Xchè sei sparita/o?"… Tutta questione di priorità! 😀
    Sempre relativamente al mio post (tutto risolto) io non avrei tolto il saluto, nè avrei fatto nulla di così "drammatico". Senza dubbio però, se non avessimo chiarito, mi sarei trovato a "muovermi più cautamente"…
    Ma tutto è risolto xciò…. :PPPPPP

  15. Ash: (ma il nick viene dal tipo de "La Casa"???) Anche se commentavi i commenti rispondo uguale.. tanto è il MIO blog (manie di onnipotenza!) In effetti ci sarebbe da valutare a ritroso tutti i movimenti, i passi e le azioni del rapporto di amicizia che mi ha legato a questo amico. Non sarebbe sbagliato. Però credo questo: se ci fosse stato all’origine un errore da parte mia senza dubbio sarebbe stato involontario (siamo amici da una decina di anni) e, proprio in nome della ns. amicizia, mi sarei aspettato un cenno, un segnale che stavo sbagliando. Di fronte al silenzio mi viene da pensare che sia tutto a posto. Nell’amicizia credo che sia fondamentale la chiarezza. Concludo specificando che il mio post era "volutamente" oscuro xchè l’azione scatenante la mia delusione pareva assolutamente volontaria. Al mio post sarebbe cmq seguito una richiesta di chiarimento "vis a vis" xchè alla fine non sarei stato capace di far finta di niente… Tutto questo xò non è stato necessario xchè la richiesta è giunta dall’altra parte.
    Happy End ;P

  16. Quindi yuz, tutto è bene ciò che finisce bene :))))Cmq Ash, non so dove hai letto che qualcuno ha detto di essere  bella e buona e di non avere mai colpe, io stessa ho detto che sono consapevole che potrei avere deluso qualcuno, ma se questo qualcuno non mi dice che l’ho deluso e perchè, io come faccio a riparare? Chi è più disinteressato all’altro? chi, rimasto delusa da qualcuno, non comunica all’altro la delusione e cosa l’ha causata,  o chi delude magari senza rendersene conto?  Chiarire è la parola d’ordine IMO, parlarsi, non smettere di comunicare fino a che non si può fare altro (questo se il nostro interlocutore ci interessa, se ci importa di lui). Ciauz 🙂

  17. ariciao
     
    volevo dire ad Ale: che il nome viene da un libro di Potok e sarebbe Asher
     
    A tutti: ho capito che è importante il confronto e il porsi con chiarezza davanti all’amico.
    quando l’"amico" non capisce o, peggio, fa finta di non capire la cosa però è triste parecchio. A me è successo di cercare il dialogo con chi non era interessato e la sensazione è doppiamente irritante/deludente.
    Mi sono chiesta se non avessi sbagliato io, se non avessi interpretato in modo errato il rapporto e probabilmente era questo: per me la cosa valeva 50 e per l’altra persona 10.
    Stronza?
     
    ai posteri l’ardua sentenza

  18. Ash: Ti stracapisco!
    Infatti proprio nell’ultimo punto del mio post c’è quello che hai detto tu. Da come era accaduto il fatto ero "certo" di trovarmi davanti ad una situazione simile a quella da te descritta.
    Sono rimasto piacevolissimamente sorpreso quando mi sono accorto che, invece, il valore era 10 per entrambi 😛

  19. You are my inhalation, I have few web logs and rarely run out from post ebgcggcefgad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: