Un, dos, tres… PAUSA

Proprio come nella salsa, anche per quanto riguarda il corso, dopo i primi tre battiti è fondamentale tenere la PAUSA.
 
"Perciò adesso iniziamo… e tutti fermi dopo il tre"
 
Un – Inizio il corso. Parto con due amici e vediamo come va. Le prime lezioni sono facili (conosco già i passi), ma è solo un corso per occupare una parte delle mie giornate. A volte è faticoso, altre è simpatico… ma niente di più.
Dos – Nascono i primi contatti, le prime simpatie a pelle, i primi numeri di cell vengono scambiati. Si ride, si prova a tenere il tempo, partono le prime cene e per un gioco scemo nasce il nucleo base dei Fuchi Fichi. Il corso comincia ad essere qualcosa di più che solo un modo per passare una sera a settimana.
Tres – Finiamo in mezzo ad una gara interregionale, partecipo al saggio della scuola, si balla, si balla tanto (sempre un po’ meglio) e si ride di più. Nottate di prove, giornate di gare, il gruppo iniziale si allarga, si espande, alla fine delle lezioni cominciano ad arrivare dolci fatti in casa, spumanti ed ogni occasione è buona per festeggiare. Un crescendo di allegria e divertimento fino ad arrivare all’ultima lezione del corso. Ieri è andata esattamente come avrebbe dovuto: un paio di prime ruede fatte "tanto per scaldarci" tra noi zoccolo duro dei Fuchi Fichi e poi tutto il corso assieme a ballare ruede una dietro l’altra. Una bella festa di fine anno.
 
PAUSA – … e come è giusto che sia, adesso è PAUSA.
 
E’ stato un anno divertente, allegro, faticoso, impegnativo, soddisfacente, strano, rivoluzionario.
I ragazzi non li perderò sicuramente di vista: continueremo a ballare insieme, continueremo a ridere e a festeggiare. Ma qui, oggi, voglio prendere l’occasione per raccoglierli tutti in un grande abbraccio, voglio ringraziarli per avermi accompagnato durante questo corso e per averlo reso così speciale.
 
Grazie ragazzi, grazie per il "bel tempo". A bocca aperta
Annunci

4 Risposte

  1. Felice di saperti soddisafatto!
    I balli latini si..portano Allegria ed Amicizie!
    Un Saluto, Carlo.

  2. Ma che bel post!! Traspare tutto..il divertimento, l’allegria, la soddisfazione. E’ inutile……………corso di salsa aspettami! L’anno prossimo devo assolutamente convincere qualcuno a venire con me da queste parti….male che vada, ho scoperto che c’è una scuola di tango non lontano da casa. Ghghgh! 😛

  3. e pensare che io t’ho convinto ad andare al corso, quando io non ero affato convinto di tornare a fare il salsero… Sono stato bravo a mentire :PPPP Cmq Ale lasciati dire una cosa… un post toghissimo… quasi quasi te lo copio 😀
    Per il resto hai detto tutto: "divertente, allegro, faticoso, impegnativo, soddisfacente, strano, rivoluzionario" è stato tutto questo anche per me… Grazie per avermi seguito e di esserci stato dino in fondo…
    Un abbraccione 😉

  4. Posso esimermi io dal partecipare a quella simpatica attività collettiva che va sotto il nome di "nutriamo il tuo ego come un animale all’ingrasso"? Certo che no!Per cui completamente d’accordo con Koku e Serky non posso che farti i complimenti per un post così bello, per come è scritto e per quello che c’è scritto. In particolare l’evoluzione personale che hai avuto nel corso è quella nella quale ci ritroviamo tutti ogni volta che intraprendiamo una nuova avventura. E ad ogni UN, DOS, TRES e PAUSA corrisponde una crescita interiore, tangibile e continua. Grazie per la bella lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: