Changing everyday

La giornata non era partita bene.
Il caldo afoso di questa estate arrivata di botto, la sveglia alle 6.00, il camion da scaricare e il bilancio in prosecuzione rendevano la mattinata decisamente poco piacevole. A tutto questo aggiungiamoci pure l’arrivo del fine mese coca cola, le telefoniste importune, le rotture di scatole classiche e giornaliere e un conto di ritenute da far quadrare in tutti i modi e abbiamo un quadro più o meno completo della mia giornata infernale.
 
Erano le 18.00 e avevo il cervello in ebollizione, tanto che… incredibile a dirsi… ho preso armi e bagagli e mi son cavato dalle scatole. Ho lasciato tutti i miei fogli, i conti e le rotture in ufficio e mi sono infilato in macchina dirigendomi a casa anzitempo.
Anche li 15 minuti di inferno: il volante era intoccabile, l’aria irrespirabile e in due nanosecondi sudavo come se fossi in sauna. Arrivo a casa, apro la porta e mi schiaffo sul divano ripromettendomi, almeno per stasera, di non muovere paglia: un horror in tv e appena rinfresca un minimo a letto.
 
Mentre mi accingevo a far partire il film scelto comincia a girarmi in mente un pensiero assillante… dovevo capire il motivo per il quale quel cavolo di lampadario nel corridoio non funzionava più da almeno una settimana. Le lampadine le avevo sostituite, gli interruttori funzionavano… non c’era motivo plausibile perchè non funzionasse.
Ero stanco, scoglionato e nervoso… ma quel pensiero non mi si levava dalla testa.
Così, interrotto il film, armato di cacciavite e forbici mi son messo ad aprire scatoline di derivazione, a smontare lampadari, a sostituire portalampade… insomma a trafficare fino a quest’ora Linguaccia
 
Senza tirarla troppo per le lunghe, alla fine ho riavuto la luce che mancava ma tutto questo mi ha fatto partire un paio di altri pensieri (ecco perchè sono ancora qui invece che a guardare il film che ho lasciato a metà): credo di essere cambiato ancora una volta. Non so se evoluto o involuto… ma comunque cambiato.
 
Qualche anno fa (chi ha citato "il mio decennio di stasi"?), non mi sarei mai messo per mia scelta a smontare, trafficare, LAVORARE in una giornata faticosa come quella odierna. Avrei ignorato il problema, avrei chiamato qualcuno che mi mettesse a posto le cose (anche a costo di pagarlo), avrei scelto di fare tutt’altro.
Oggi invece mi rendo conto che oltre a trovare divertente il trafficare con luci, muri, impianti e simili… mi rilasso pure… così tanto da far si che il resto della giornata sia già solo un ricordo e che del nervoso accumulato non sia più rimasta alcuna traccia…
 
… mamma mia… mi sa che stò invecchiando SIGH!!!! Linguaccia
Advertisements

4 Risposte

  1. attento che se vai avanti così mi diventi un brianzolo, eh! ;oDD

  2. Eh si mi stai invecchiando, mi diventi come i nostri cari vecchi, che non possono stare fermi un secondo e lavorano, smontano trafficano… Il prossimo passo sarà un bell’orticello dietro casa 😉
    Apparte scerzi, in questo modo scarichi lo stress risparmi e vuoi mettere la soddisfazione di aver fatto tutto da solo…
    Cia cia…  a presto!
     

  3. "il decennio di stasi" non è male :PSul fatto che tu ti sia evoluto o involuto io non ho nessun dubbio…comunque è vero che un tempo non ti saresti affatto rilassato a smontare lampadari alle 22 in periodo di bilancio 🙂

  4. Beh, se non sbaglio in effetti tra pochissimo invecchierai di un anno e data la tua già veneranda età è normale che ora ti comporti da vecchierello!! :-PA parte gli scherzi, il cambiamento fa parte della vita. Nessuna stasi dura mai troppo a lungo, si cambia continuamente. E non credo esistano involuzioni o evoluzioni..esistono solo modi di essere che mutano con il tempo e con le esperienze. E poi, meglio che i soldi per l’elettricista rimangano nelle tue tasche!! :-PPPP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: