Giorno 9: Domenica 26/04/09 – … dei negozi di Omotesando, delle ragazze di Harajuku e degli otaku di Akihabara

Quasi come se le mie speranze fossero state ascoltate stamani mi sono svegliato senza mal di testa, fresco e riposato su una Tokyo riscaldata da un tiepido sole primaverile; l’ideale per incamminarci alla scoperta di nuovi quartieri di questa immensa città.

IMG_0021 La mattinata l’abbiamo interamente dedicata alla scoperta delle zone più adatte allo shopping di lusso: Arajuku e più in dettaglio Omotesando sono i luoghi dove, senza soluzione di continuità, si susseguono enormi palazzi interamente dedicati alle più grandi marche e firme di moda. Gucci, Versace, D&G, Dior, Chanel, Bulgari sono solo alcuni dei nomi che svettano all’entrata di questi enormi ed elegantissimi palazzi monomarca.

IMG_0029

In mezzo a tutti questi negozioni di moda però il mio animo da otaku è stato calamitato da un posto in particolare: il KiddyLand. Sette piani di gadget, pupazzi, games e giocattoli, tutti coloratissimi, tutti morbidissimi, tutti così KAWAI (come si dice qui) che ho dovuto farmi violenza per non portarmi a casa mezzo mondo…

IMG_0033 IMG_0034 IMG_0035

 IMG_0045 IMG_0040 IMG_0046

Ovviamente il risultato di questa azione violenta non ha ottenuto i risultati sperati e… ho finito per comprare un po’ di cavolate… ma non rivelerò mai cosa… ;P

IMG_0037

Uscendo da KiddyLand (un vero luogo di perdizione per il IMG_0054sottoscritto) finiamo nel bel mezzo di una intervista in strada fatta ad un non meglio identificato gruppo musicale giovanile. Nessuno aveva idea di chi fossero ma… era così divertente star li a fare i paparazzi per questi emeriti sconosciuti (poi quella che sembrava la leader non era neppure male!!!) 😛

IMG_0060 Da Omotesando, in pochi minuti a piedi (superando, senza dar  troppo nell’occhio, il negozietto chiamato CONDOMANIA… indovinate cosa vende…), arriviamo rapidamente nella zona di Harajuku e più precisamente di Jingu-bashi dove nei giorni festivi le ragazze usano radunarsi abbigliate nei modi più stravaganti con l’unico obbiettivo di farsi IMG_0070 fotografare e di attirare l’attenzione. Eravamo già pronti con le macchine fotografiche e  con l’occhio attento ma, una volta giunti nel punto preciso, ci siamo trovati di fronte soltanto un brutto tizio vestito con una squallidissima tuta gialla che mi son categoricamente rifiutato di fotografare.

Un pò deluso, decido di incamminarmi verso il santuario più bello di tutta Tokyo: il Meiji-Jingu situato a pochi passi dalla piazzetta dove ci trovavamo.

E’ incredibile come a pochi passi da tutta questa mondanità fatta di moda e consumismo, semplicemente attraversando un torii, tutto il caos della vita moderna sembri quasi scomparire e diventi possibile immergersi in tutt’altra atmosfera, molto più meditativa, molto più intima e raccolta.

IMG_0072

Queste sensazioni sono quelle che andavo cercando in questo viaggio e sono felice di averle trovate.

IMG_0118IMG_0077 Al di là del torii di ingresso si espande l’enorme parco del santuario. Una stradina in ghiaia bianca si snoda attraverso la vegetazione lussureggiante e fresca, un ponticello scavalca un fiumiciattolo e una serie di installazioni rituali rendono memoria all’imperatore Meiji e all’imperatrice Shoken.

Dopo essersi purificati con il rito del lavaggio delle mani e della bocca (come in tutti i santuari shintoisti) possiamo entrare.

Il santuario è enorme e bellissimo, si respira davvero un’aria mistica e anche tutti i turisti e i visitatori che sono li con noi mantengono un rispettoso contegno.

IMG_0177

Immerso in questi pensieri e perso nel tentare di riportare tutto IMG_0178ciò in foto non mi accorgo che poco distante da me, una guardia giapponese tenta di dirmi qualcosa.  Dopo un primo momento di  incomprensione capisco che voleva semplicemente che mi spostassi… eseguo e mi guardo intorno per capire il motivo di tale richiesta.

La fortuna ha voluto che proprio oggi si celebrassero in questo santuario ben 2 matrimoni shintoisti.

E’ stata una fortuna incredibile poter ammirare gli abiti tipici e la solennità dei partecipanti, la precisione di tutti coloro che lavoravano intorno agli sposi per far si che tutto fosse perfetto.

IMG_0193

Tutto molto bello e caratteristico… anche se a me tutta questa precisione è parsa un po’ troppo impegnativa e mi è sembrato che facesse perdere un po’ della vera gioia e della spontaneità che trovo bello vedere in un matrimonio… Ma d’altra parte io continuo a guardare il mondo con i mei occhi da occidentale :PPP

Nel pomeriggio abbiamo ancora una volta cambiato genere e atmosfera e ci siamo infilati con tutte le scarpe nel quartiere della tecnologia e dei manga: la mitica Hakihabara!

IMG_0294IMAGE_214IMG_0308-bis

… e qui ho davvero iniziato a perdere il controllo… 😛

IMG_0285 Un’orgia di manga e video, di libri di illustrazioni, di videogiochi e di console, di schermi piatti e parti di computer, di macchine fotografiche e modellini… Davvero sono andato decisamente fuori di testa. Non mi era mai capitato di finire in una strada costeggiata a destra e a sinistra di grandi magazzini stracolmi di fumetti… dopo un po’ che mi aggiravo cercando di farmi largo tra le scritte in kanji e gli occhini spalancati delle eroine dei manga, tra la folla che si accalcava e le gente che parlava in questo linguaggio incomprensibile ho davvero cominciato a perdere il contatto con la realtà… ero nel MIO personalissimo mondo dei balocchi!!!

Hakihabara è davvero un caos completo: una fiumana di persone si riversano dentro e fuori di questi altissimi e strettissimi magazzini ricolmi di fumetti. Una delle cose che mi ha più colpito è stato il fatto che tutti questi negozi sono relativamente piccoli, una stanza o poco più e si sviluppano solo in verticale… l’altezza minima è di 7 piani tutti divisi per argomento. Facile capire che alla fine del pomeriggio, quando è arrivata l’ora di rientrare, non ci eravamo spostati tantissimo dal primo negozio che avevamo visitato… eravamo arrivati solo un paio di negozi più avanti… in compenso però, avevamo macinato un sacco di chilometri in VERTICALE salendo scale infinite 😛

Alla fine ero stravolto… ma assolutamente appagato! (anche se mi son ripromesso nei prossimi giorni una nuova visita più mirata in questo mega-paese dei balocchi)

Dopo l’abituale doccia e bagno siamo usciti di nuovo alal ricerca di una cena. Questa volta ci siamo regalati per meno di 2000 yen una cena di Shabu-Shabu (a tempo). In pratica per circa due ore ci hanno servito di continuo tutto il necessario per cucinare questa specie di bourguoignonne fatta alla maniera giapponese.

Ingredienti: carne di maiale e di vitella tagliata sottilissima, verdure varie, funghi, spaghetti di soia, salse e una bacinella riscaldata costantemente contenente del brodo (se invece ci fosse stato del brodo con salsa di soia sarebbe stato Sukiyaki :P).

Praparazione: scaldate il brodo e tenetelo sempre molto caldo, buttate dentro tutto quello che vi aggrada e una per volta le fettine di carne, si cuoceranno in pochi secondi, recuperatele e dopo una veloce passata nella salsa… Itadakimasu (buon appetito in giapponese!!) 😛

Metto anche un video esplicativo… sia mai che vi venga voglia di provare (vi assicuro che è OTTIMA e anche molto divertente) 😛

 

Ps. abbiamo fatto chiusura e credo che con la nostra voracità abbiamo anche pesantemente intaccato le scorte alimentari del locale! 😛

E’ stato fantastico!!

IMG_0232Ps. ah si… quasi dimenticavo… Alla fine, almeno una delle ragazze di Arajuku sono riuscito a fotografarla… guardate qui 😛

 

 

 

 

Sayonara 😀

Annunci

2 Risposte

  1. Ma al KiddyLand c’erano i Chogokin? Certo che un quartiere intero di anime e manga slurp, slurp! ;-D°°°°°°°°°°°°°°

  2. Sisi, i chogokin erano DAPPERTUTTO!!!!!!!!! (SBAV!)Ad Hakihabara saresti andato fuori di melone… come è successo a me (RIPORTATEMICIIIII) 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: