The Canadian Adventure – Day Two: Prendiamo le misure

The Canadian Adventure
ovvero, sopravvivere con moglie cantante e figlio di due anni e mezzo in giro per il Canada

Day Two: La Prendiamo le misure

Stavo dormendo della grossa per tentare di recuperare le oltre 24 ore di seguito in piedi, quando nel bel mezzo della notte (canadese) Tommy si sveglia completamente e, regolare come un orologio, comincia a reclamare di voler giocare, di voler far colazione, di non voler spegnere la luce esattamente come se fosse in Italia.

Io è Silvia rimaniamo senza fiato: il sonno ci ottenebra la mente, la stanchezza ci impedisce di reagire, ma Tommaso è poi forte di noi è ci costringe a cercare di intrattenerlo alla meno peggio…
Onestamente non ricordo come abbiamo fatto ma in qualche modo abbiamo un po' tergiversato e siamo arrivati almeno all'alba senza DOVER USCIRE di stanza.

Il progetto per la giornata comprendeva, ritiro dell'auto, pranzo libero, acquisto di sim card canadese per il telefono, spesa minima di sopravvivenza e trasferimento a casa della signora che ci avrebbe ospitato… E nessuno di questi punti mi sembrava particolarmente facile e/o privo di stress

Con la navetta gratuita ritorniamo verso l'aereoporto dove era fissato il ritiro dell'auto e carico come un somaro da soma raggiungiamo la filiale della National.
Dopo il saluto iniziale alla tipa che ci deve rilasciare l'auto già la odio profondamente.

La tipica impiegata zitella acidotta con l'unico scopo di peccato un po' per venderti qualcosa in più… Totalmente da ODIARE! Ci prova prima indicando i nostri bagagli e tentando di venderci un'auto più grande per star più comodi, poi ci riprova facendo i complimenti al piccolo e “ricordandomi” dell'importanza della sicurezza che una auto più grande potrebbe darmi, poi ci prova col rischio neve: “Sa, una ,acchita più grande è molto più stabile sulla neve”.
Visto che non riusciva a vendermi il modello superiore ci prova con le assicurazioni: “questa la copre per qualsiasi evenienza, ci chiama e siamo subito da lei”, “l'associazione sanitaria l'avete? Si? Ma questa integrazione è perfetta per voi”… Insomma per una roba da 4 minuti ci abbiamo perso mezz'ora buona… Ma il dramma doveva ancora arrivare…

QUESTO!!!'

20121031-000545.jpg

GIURO, AVEVO STUDIATO!
Sapevo tutto del cambio automatico, mi ero informato… Peccato che una volta seduto sul sedile di guida, neppure fossi ad un esame, mi accorgo che non ho idea di cosa vogliano dire le lettere luminose li sopra…è soprattutto… Non so come far partire la macchina senza fare un casino davanti ai noleggiatori!!!

Dopo un attimo di panico, recupero il mio sangue freddo, ingrano la “D” e ad una velocità di circa 10 metri all'ora esco finalmente dal garage immettendomi in una regolare strada a 6 corsie!!!

Vi risparmio il racconto delle volte in cui ho ingranato la folle tentando di mettere la seconda, di quelle in cui ho premuto il freno cercando la frizione e di quelle in cui la Silvia non riusciva ad uscire dall'auto perché ancora non avevo messo su parking… Insomma alla fine della giornata un po' di confidenza con l'auto l'avevo presa la la strada del “controllo assoluto era di la da venire” 😥😥

Dopo aver finalmente raggiunto un Best Buy dove sono riuscito ad acquistare una SIM canadese(*) ci siamo diretti a casa della signora che ci avrebbe ospitato.

La signora Vittoria è più italiana di noi: parla correntemente in dialetto italiano inframezzandolo con espressioni inglesi, mentre parla malissimo l'inglese. Ha le sue regole, i suoi orari ma è molto disponibile, gentile e dolce con Tommy.

Quando alla fine della intensa giornata arriviamo a casa sua ci accoglie con una ottima minestra, del formaggio e degli affettati… e un comodissimo letto dove sprofondare in un sonno speriamo ristoratore…

 

 

(*) Nota a Margine: in Canada esiste sempre e solo un tipo di SIM prepagata per gestore con al MASSIMO un monte dati di 500 MB!!! Trovo che sia una roba scandalosa! In Italia (spendendo tra l'altro molto meno) ti tirano dietro prepagate con 3 GB!!!

2 a zero per l'Italia!!!!!!

 

Annunci

Una Risposta

  1. Wish you could have come to Canada in the summer! Looking forward to meeting you! Enjoy the adventure! Darlene and Rocco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: