Archivi della categoria: Papà in Attesa

… e la tensione cresce!

Cresce la tensione nostra… esattamente come cresce la tensione della pancia!

Stamani, ore 6:20 (ultimamente [in pratica da almeno un MESE!] la Cucci mi sveglia di soprassalto e sempre alle 6:20!!!!) sento la Cucci con la voce allarmata che mi chiama.

Riemergo dal sonno profondissimo in cui ero immerso e in zero nanosecondi riprendo fiato, controllo la situazione, tranquillizzo la nullipara e sono pronto, lucido e reattivo. Il “problema” stamani era che si è distaccato il “tappo mucoso” (per i dettagli leggetevi la pagina della wiki linkata qui sopra) e ci sono state almeno DUE prime avvisaglie di CONTRAZIONI. Dopo i controlli del caso, una breve colazione (sia mai che tocchi saltarla) decidiamo di rimetterci a letto visto che tutto si era velocemente normalizzato.

Dopo un’oretta sul letto, fatta riaddormentare la Cucci tra le mie braccia ho deciso di venire ugualmente in ufficio visto che ancora non erano apparse contrazioni regolari nè consistenti. A dirla tutta io sono fisicamente qui ma la testa è da tutt’altra parte…

Corsi e ri-corsi

Ci stiamo avvicinando a rapidissimi balzi verso il giorno in cui faremo conoscenza con il nostro piccolo Trippy e per ingannare l’attesa Cucci ha ben pensato di partecipare a tutti i corsi pre-parto che ha trovato in giro 😛

In questi ultimi giorni, anche io (OVVIAMENTE) stato trascinato nel turbine degli incontri pre-parto in qualità di “Padre-Accompagnatore” (che fa tanto assistenza ai derelitti, ma vabbè…).

Nell’ordine mi sono sorbito:

– per ben due sabati gli incontri in piscina dove, in mezzo all’acqua MARMATA, la nostra “istruttrice” ci invitava a fare piccoli esercizi di comunicazione con il partner, massaggi sulle pance e simulazione di vita nell’utero… fighissimo: io (ovviamente) ho giocato e riso come un deficiente per tutto il tempo (se escludiamo in tempo che passavo a battere i denti dal freddo) smile_tongue

– giovedì scorso l’incontro sull’allattamento (i padri, benché non indispensabili, erano fortemente invitati a partecipare anche se non dotati degli organi indispensabili per attuazione del “progetto”). Ovviamente, per non farMI mancare nulla, la Cucci (oltre a cooptarmi) ha trovato il modo di arrivare con almeno mezz’ora di ritardo… lasciandomi da solo ad assistere ad argomenti come: "Le ragadi del capezzolo""Rimedi della nonna per togliere arrossamenti e irritazioni del seno" e "Come tenere il bimbo mentre poppa – Esercizi Pratici"… In pratica adesso so tutto!!! Se voglio posso allattarlo io Trippy!!!!! smile_omg

… sono un padre TROOOPPO avanti! smile_regular

– Domenica, infine, c’è stato il corso più impegnativo: il massaggio di coppia, con particolare attenzione al massaggio della trippa e a quello di supporto per i dolori della gravidanza. Già la cosa la immaginavo di per se imbarazzante, aggiungete il fatto che era suggerito l’uso di oli essenziali per aiutare il massaggio (e io ODIO la sensazione dell’olio nelle mani) e la durata di ben 4 ore è facile capire che il mio desiderio di arrivare all’ora della partenza (fissata per le 15.15) era vicinissima allo ZERO ASSOLUTO.

Come spesso mi è accaduto in queste ultime occasioni, mi sono dovuto ricredere. L’ambiente era molto carino, molto new age, molto zen. Gli altri “quasi genitori” (ormai sfiancati come noi dai vari incontri) erano nella nostra stessa situazione e ben presto è scattato una sorta di “cameratismo pre-natale” e alla fine, sinceramente, passare un pomeriggio a massaggiarsi a vicenda, in un ambiente caldo e confortevole con musica piacevole… è stato davvero una bella esperienza. smile_teeth

Per concludere, giovedì prossimo mi attende il corso su i primi mesi di sviluppo del pargolo, come cresce, come cambia e come mutano le sue necessità…

… ormai mi farò anche questo incontro, d’altra parte quando ormai sei in acqua… tanto vale che nuoti smile_wink

Povero, piccolo Trippy!!!

Ancora non è nato ma già iniziano le sue peripezie 😛

Sabato quegli incoscienti dei suoi genitori lo hanno portato al cinema. Figo no? Il suo primo film “visto dalla pancia”.

Immagino che Trippy fosse davvero contento… all’inizio almeno: in fin dei conti era un’uscita con papà e mamma di sabato sera, tutti assieme al cinema a godersi un film e a sbafarsi popcorn e coca cola. In effetti non sarebbe stato male, se i quasi-genitori si fossero minimamente preoccupati di chiedere il suo parere scegliendo il film…

I tapini avranno sicuramente pensato: “Che vuoi che ne sappia lui di cinema” trascurando EVIDENTEMENTE il fatto che Trippy, nonostante non sia ancora nato, ha già tutte le capacità per dimostrare le sue OPINIONI…

Il film selezionato era 2012, una pellicola piena di botti, scontri e fragorosi crolli.. insomma parecchio figo ma… composto per lo più da un gran casino di rumori ed esplosioni resi perfettamente dall’impianto surround della multisala.

Dopo i primi 10 minuti di film iniziano i rumori e gli effetti speciali preannunciati dal trailer. Mentre i quasi-genitori seguivamo rapiti le sequenze di distruzione nel buio della pancia, sotto la pelle, i muscoli, la placenta, immerso nel liquido amniotico Trippy veniva raggiunto dalle incredibili vibrazioni basse e profonde prodotte dagli altoparlanti del cinema. Credo che per i primi 5 minuti il cucciolo di Yuza sia rimasto relativamente tranquillo… poi, visto che il caos là fuori non accennava a smettere, ha iniziato a scalciare, dare pugni, rotolarsi, scuotersi e a fare il diavolo a quattro.

La cosa poi si è ripetuta praticamente ad OGNI scena con delle esplosioni, finita la quale anche lui si calmava nuovamente.

Sinceramente mi sono sentito pure un po’ in colpa, tanto da chiedermi se non fosse il caso di lasciare la sala prima della fine del film…

… Una volta a casa, comunque, abbiamo provveduto a coccolare un po’ la trippa nel tentativo di tranquillizzato un po’ :PPP

PS. …Dai Trippy, quando sarai un ometto accompagnerai il babbo a vedere i film catastrofici, promesso! :*

Is there anybody OUT there?

Sembra proprio che il Piccolo Trippy stesse ascoltando i Pink Floyd quando ieri sera verso le 22.00 ha deciso di provare ad informarsi su cosa accade nel mondo esterno dando il suo bel primo colpetto deciso dall’interno della pancia della mamma.

Non siamo proprio certi se sia stato un “Hey! C’è nessuno là fuori?” o piuttosto un “Ragazzi, io sono qui dentro eh!” comunque, quello che conta, è che è stata un’emozione davvero forte sentire che nostro figlio cresce ed è davvero reale.

In pratica è andata così. Come al solito dopo cena Cucci mi “obbliga” a sdraiarmi sul letto e ad imporle le mani sulla pancia stile pranoterapeuta con la scusa che questo gesto l’aiuta a far passare i fastidi della digestione. Che posso farci, un po’ Cucci va coccolata, no? 😉 Ieri sera però qualcosa era cambiato: Cucci mi dice di avere sensazioni diverse dalle altre volte e che si sentiva come delle “bolle” nella pancia. Io, al solito, tralascio un po’ i dettagli descrittivi nei quali lei ama perdersi e appoggio le mani. Mentre chiacchieravamo del più e del meno, intenti a fare tutt’altro che ascoltare la pancia, “TUP” arriva un colpetto bello deciso sotto la mia mano sinistra.

E’ stato emozionante.

Siamo rimasti prima un po’ sorpresi e increduli, poi ci è scoppiata una risata travolgente, al che Trippy (evidentemente infastidito da tutto quel movimento) “TUP” ne ha dato un altro… e questo era un ovvio “Allora che è tutto stò casino là fuori, qui si vuole dormire!!”

Ancora una volta le nostre reazioni sono state diverse: io ero evidentemente euforico e ridacchiavo come uno scemo, lei, nonostante fosse chiaramente contenta, ha avuto un attimo di agitazione al pensiero di avere davvero un esserino che vive dentro di lei… e se fosse un ALIEN???

Sono felicissimo di aver potuto sentire e vivere l’emozione del primissimo movimento evidente del nostro Trippy. E’ ovvio, questo non è che un piccolissimo evento, ma anche questo serve ad avvicinarci ancora un po’all’idea che tra “POCHISSIMO” diventeremo veramente GENITORI.

Io (ovviamente) non vedo l’ora! Linguaccia

Finalmente posso parlare!!!

Visto che non so COME dirlo, lo dico e basta:

stò per diventare PAPA’.

La notizia è senza dubbio epocale e rivoluzionaria ma non necessariamente NUOVISSIMA (qualche riferimento supernascosto era finito dentro ai post precedenti a questo, tipo qui, qui e qui) visto che avevamo deciso di aspettare qualche mese prima di divulgarla.

Adesso però che tutti gli esami sono andati a posto, che tutto è stabilizzato (e che anche noi abbiamo cominciato a farci un po’ l’idea [mica facile eh Animoticon]) è arrivato il momento in cui posso finalmente PARLARE!!!

Trippy (questo è il nome della pancia, fino a che non si trasformerà in ululante pargolo) ha passato i 4 mesi e mezzo (per i dettagli sulle settimane contattare direttamente la madre che ha capito meglio il complessissimo meccanismo della conta Linguaccia) è maschio e (come potrete leggere nel prossimo post) gode di ottima salute.

Qui sotto schiaffo un paio delle prime foto del cucciolo di Yuza. Non si vede benissimo ma se guardate attentamente sono certo che noterete che stà facendo il verso della V con “i ditini” verso la telecamera A bocca aperta ghghgh A bocca aperta

 

A questo punto non mi resta che inaugurare un nuovo TAG dove catalogare i prossimi post su questo argomento… che ne dite, potrei usare una roba tipo… “Padre In Attesa”? Animoticon